Progetto avviato <<Prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione>> “Spiagge sicure – Estate 2018”

Ufficio: 

Il progetto costituisce un rafforzamento dell’ordinaria attività posta in essere nella lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, ovvero all’attivazione di iniziative di carattere straordinario rivolte allo stesso fine, anche con la promozione di campagne d’informazione dei cittadini.

Progetto proposto da: Comune di Tortoreto – Settore n.3 “Polizia Locale”.

Ambito territoriale: Comune di Tortoreto, ed in particolare l’area demaniale, l’arenile e le zone adiacenti, oltre alla limitrofa area della stazione ferroviaria.

Destinatari: Immigrati irregolari - Produttori, Diffusori e Consumatori di merce contraffatta - Venditori abusivi – Cittadini - Consumatori.

Tempi di realizzazione previsti: Sei settimane, e precisamente dal 1 agosto al 10 settembre 2018.

Descrizione: Il fenomeno dell'abusivismo commerciale su aree pubbliche a Tortoreto, come nel resto dell'Italia, ha subito una costante e continua evoluzione nel corso degli ultimi anni. Dalla presenza di singoli venditori, immigrati illegalmente e privi di sistemi di sostentamento, che offrivano la propria merce con atteggiamento sottomesso si è passati a veri e propri gruppi ben organizzati ed a volte aggressivi, che vendono prodotti contraffatti con imitazioni sempre più vicine al vero, oltre a prodotti forniti da industrie occulte presenti sul territorio nazionale o importati dall'estero nel mancato rispetto delle normative poste a tutela del consumatore, con inevitabili evasioni tributarie e lesioni alla filiera produttiva del nostro Paese.

Nonostante l'azione di contrasto posta in essere dalla Polizia Locale abbia comportato il sequestro di un considerevole numero di prodotti, anche contraffatti, e il deferimento all'Autorità Giudiziaria di taluni venditori, si è potuto constatare che, proprio grazie all'organizzazione criminosa che sostiene tale attività illegale di cui i venditori sono le figure terminali, tale fenomeno è diventato sempre più difficile da contrastare.

Si rende, quindi, necessario un salto di qualità con l'impegno di personale dedicato esclusivamente ad un'attività di presidio e contrasto in modo costante e ben organizzato, così da fronteggiare il fenomeno con sistematicità, al fine di indebolire la filiera che attualmente lo sostiene.

A tal fine, si intende porre in essere una costante attività di presidio delle zone maggiormente colpite dal fenomeno.

Il personale verrà distribuito e/o spalmato nei diversi punti dell’arenile e della limitrofa area demaniale, nonché sulle strade di accesso a queste e presso la stazione ferroviaria di Tortoreto, dove i venditori abitualmente arrivano o si concentrano, sia al fine di prevenire il posizionamento al suolo della loro merce, sia per reprimere i tentativi di vendita.

In particolare, il servizio di controllo si svolgerà sull’arenile demaniale, nelle ore antimeridiane, e sul lungomare Sirena (vialetto-giardini), nelle ore pomeridiane, serali e notturne, al fine di prevenire e reprimere l’abusivismo commerciale ed i reati conseguenti.

Tale servizio, verrà attuato anche mediante il monitoraggio dei flussi di immigrazione e degli ambulanti esercenti attività di vendita al dettaglio in forma itinerante, al fine di prevenire e contrastare il commercio abusivo, soprattutto in occasione delle manifestazioni e sul bagnasciuga.

Peraltro, per consentire anche l’accertamento immediato dello stato dei veicoli dei venditori ambulanti, si prevede il noleggio di apposita apparecchiatura omologata da impiegarsi sia in movimento che in posizionamento, che rilevi simultaneamente la sussistenza della copertura assicurativa, della revisione e della eventuale presenza di veicoli rubati, mediante un unico dispositivo (cosiddetto Speed scout o street controll, ecc.), che verrà all’uopo utilizzato una volta a settimana, per sei settimane, quante sono quelle di durata del progetto, con uscite di sei ore al giorno con relativa autovettura attrezzata in dotazione.

Gli interventi relativi ai servizi anzidetti verranno possibilmente concordati con le altre forze dell’ordine (Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato), tenuto conto dei rischi connessi alle precipue attività di prevenzione, controllo e repressione del fenomeno.

Verranno, inoltre, impegnate unità per la contestazione delle sanzioni previste dalla Legge vigente, con relativi sequestri a carico dei venditori abusivi e dei clienti di merce contraffatta.
I predetti servizi comporteranno, inoltre, l’inevitabile incremento delle attività d’ufficio e l’emissione dei conseguenti atti e/o provvedimenti amministrativi, anche all’esito dei prevedibili procedimenti che verranno incardinati dagli interessati.

Verranno, altresì, identificati i soggetti extracomunitari che per atteggiamento ed equipaggiamento (es. detenzione di borsone) trasporteranno merce destinata alla vendita e/o contraffatta, e verranno, inoltre, organizzati anche servizi diretti ad intercettare all'origine l'acquisto di detta merce.

Per quanto concerne i servizi di controllo sull’abusivismo commerciale e sulla vendita di prodotti contraffatti, si precisa che, detti servizi verranno svolti con il supporto della Associazione Nazionale Carabinieri - Nucleo volontariato, Sezione di Giulianova, Colonnella e Alba Adriatica, che parteciperà sistematicamente alle programmate attività di controllo e di accertamento congiuntamente al personale della Polizia Locale di Tortoreto, con la quale è stato già instaurato, sin dal 28 giugno 2018, uno stretto rapporto di quotidiana collaborazione per la stagione estiva 2018.

Una importante fase del progetto sarà realizzata tramite lo svolgimento di attività di informazione e promozione della cultura della legalità, nonché di attività sociali, quali:

  • realizzazione di un idoneo sistema di informazione e presentazione pubblica, anche mediante pubblicazione sul sito internet del Comune di Tortoreto, delle attività del progetto de quo sul territorio, nonché, al termine del progetto, dei risultati conseguiti;
  • realizzazione di un'apposita cartellonistica da collocare lungo i varchi di accesso agli arenili e sulle aree immediatamente adiacenti, in quanto maggiormente colpite dal fenomeno, per informare circa il divieto di accesso e di vendita per gli ambulanti abusivi lungo dette aree e circa le conseguenze derivanti dall'acquisto di merce contraffatta;
  • attività informativa ed educativa, anche in collaborazione con le Associazioni di Categoria dei settori produttivi più colpiti dal fenomeno;
  • pubblicazione, nel sito web del Comune, nella sezione dedicata alla Polizia Locale, degli interventi più significativi operati nell'ambito del progetto.

 

Notizie collegate