repubblicaITA.jpgAi sensi dell'art. 110, comma 1, del T.U.L.P.S, approvato con R.D. 18/06/1931 n. 773, il questore di teramo ha emesso, in data 29/12/2016, la nuova tabella dei giochi proibiti aggiornata alla vigente normativa.
La tabella dei giochi proibiti, ai sensi dell'art. 195 del regolamento di esecuzione del T.U.L.P.S, approvato con R.D. 06/05/1940 m. 635, deve essere esposta in luogo ben visibile al pubblico, in tutte le sale da gioco o da biliardo, nonché negli esercizi pubblici, compresi circoli privati autorizzati alla pratica del gioco o alla installazione di apparecchi da gioco.
Si segnala, a tal proposito, la legge regionale n. 40 del 29/10/2013, recante "disposizioni per la prevenzione della diffusione dei fenomeni di dipendenza dal gioco" che, in particolare, prevede:

  • autorizzazione del sindaco (dirigente) per l'esercizio delle sale da gioco intese come locali adibiti prevalentemente all' attivita' di gioco con vincita in denaro e per l'installazione di apparecchi per il gioco lecito;
  • ubicazione dei locali di esercizio ad una distanza non inferiore a metri 300, misurati in base al percorso pedonale piu' breve, dai luoghi sensibili (istituti scolastici, impianti sportivi, luoghi di culto, cimiteri etc- art. 2 comma 1 lettera c);
  • validita' di cinque anni delle autorizzazioni, rinnovabili alla scadenza;
  • la violazione delle disposizioni della l.r. 40/13 e' punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di € 1.000,00 ad un massimo di € 5.000,00.